Una giornata a Washington, la calma dopo la neve

Home/Storytelling&Photography: racconti e foto / Una giornata a Washington, la calma dopo la neve

Washington, la città del potere.

Washington, una delle città più belle da fotografare, purtroppo sottovalutata da tanti fotografi che le preferiscono la svettante New York.

Ed è comprensibile, perché New York acceca, mentre Washington affascina, come una donna bella e sicura di sé, che lascia condurre al partner il malizioso gioco del corteggiamento, senza accelerare i tempi.

Siamo arrivati a Washington nel pomeriggio, dopo un viaggio sotto la neve iniziato a New York: la tempesta aveva colpito anche la capitale, ma il cielo al nostro arrivo era già tornato sereno, nonostante l’aria gelida.

Ci siamo subito spostati verso il monumento ad Abraham Lincoln, dato che avevamo il sogno di fotografarlo senza turisti o passanti: era uno degli scopi del nostro viaggio, una missione quasi impossibile, soprattutto di pomeriggio, dato che è sempre gremito di pullman con viaggiatori provenienti da tutto il mondo!

Ed infatti lo abbiamo trovato così, pieno di selfie stick, impermeabili colorati e parole urlate in tutte le lingue.

Ma soltanto poche ore dopo, complice il vento glaciale che spirava su tutta la città, abbiamo avuto i nostri 5 minuti di gloria: l’enorme statua del primo Presidente, illuminata e solitaria, è diventata protagonista dei nostri scatti, insieme al meraviglioso tempio in stile greco dorico che la contiene.

statua lincoln washington

monumento lincoln washington

IN QUESTO TEMPIO
COME NEI CUORI DELLE PERSONE
PER CHI HA SALVATO L’UNIONE
LA MEMORIA DI ABRAHAM LINCOLN
VIENE ISOLATA PER SEMPRE

 

A vegliare sul Monumento e sulla città, a pochi metri di distanza proprio al centro del National Mall, c’è il famoso obelisco, che siamo riusciti ad immortalare a contrasto con il cielo rosso: trovarsi in un luogo così suggestivo, da soli, è stato incredibile.

Per interi minuti, che sono volati come attimi, ci è sembrato di sentire le parole del celebre discorso di Martin Luther King; il suo “I have a dream” ha risuonato nel silenzio di una città forse già addormentata, ma viva come non mai.

notturna washington

Come ultima tappa del nostro breve viaggio fotografico non poteva mancare The Capitol, la sede del Congresso Americano, con la sua incantevole cupola: ci siamo sistemati per fotografarla con calma, in mezzo a poliziotti che guardavano con simpatia quei due fotografi così presi dalla loro missione da non sentire il vento gelido sulla pelle.

notturna washington the capitol

A volte fotografare significa anche questo, prendersi un po’ di spazio nel mondo per immortalarne la bellezza.

the capitol notte washington

Qui trovate la gallery di foto con gli scatti in formato web, per acquistare una stampa scriveteci alla mail info@storytellingandphotography.com

Leggi anche: Un’alba, un tramonto e una notturna a New York

Privacy Policy