Islanda on the road: Circolo d’oro e la prima aurora boreale

Home/Storytelling&Photography: racconti e foto / Islanda on the road: Circolo d’oro e la prima aurora boreale

Circolo d’oro, Islanda, ottobre 2017.

L’Islanda dall’alto assomiglia ad una gigantesca torta cioccolato e menta: il nero della terra contrasta con il verde della natura, la dolcezza dei paesaggi si scontra con il clima, spesso lunatico ed imprevedibile.

Per capire l’Islanda bisogna capire che qui è la natura ad essere a casa, è lei e solo lei ad essere protagonista; l’uomo si adatta e si adegua, si lascia dominare dolcemente da questa madre che può diventare matrigna, lei che alterna bellezza mozzafiato a sfide continue.

Andar via o rimanere: ogni islandese si è posto questa domanda almeno una volta nella vita, alcuni sono partiti, ma in tanti sono rimasti e oggi contribuiscono a rendere l’isola un luogo pieno di calore.

circolo d'oro

Se vuoi visitare l’Islanda prepara il tuo programma di viaggio, studia le location che vorresti visitare, immagina le foto che scatterai e poi metti tutto da parte: sarà l’isola a decidere se potrai seguire i tuoi piani, o se sarà necessario mutarli.

Ma la natura in Islanda è anche dotata di un bizzarro senso della puntualità, più avanti ti spiegheremo cosa significa.
Noi abbiamo deciso di iniziare il viaggio dalla capitale, Reykjavik, e di girare tutta l’isola, proseguendo sulla ring road in senso anti orario.

Ci siamo subito dedicati al Circolo d’Oro, una delle zone più amate dai viaggiatori.

La prima emozione che ci ha regalato la natura in Islanda si chiama Strokkur, ed è l’incredibile geyser che erutta ogni 5 minuti: lo abbiamo aspettato ammirando le nubi di vapore bollente che fuoriescono senza sosta in tutta la zona di Geysir, circondati da decine di turisti silenziosi, con gli occhi fissi sul fumo bianco.

Ricordi cosa abbiamo detto della puntualità? Evidentemente il troll che vive sotto terra a Geysir non ama farsi aspettare, e ci ha regalato uno spettacolo ogni 5 minuti: a rompere il silenzio prima il suono del getto dell’acqua che sale verso il cielo, poi le urla di stupore e le risate degli altri spettatori.

Non lontano da Geysir c’è Gulfoss, una straordinaria cascata che merita di essere vista al tramonto, quando il cielo si tinge di rosa: i tempi in autunno in Islanda sono più lenti, quindi anche se le ore di luce sono poche i tramonti durano tantissimo e regalano sfumature incredibili.

gulfoss

E’ per questo che dopo aver visto Gulfoss ci siamo spostati alla cascata segreta islandese, un luogo incantevole un po’ difficile da trovare:

cascata segreta islanda

tramonto islanda

Sotto a questo cielo infuocato di rosa siamo stati testimoni di una romantica proposta di matrimonio, e abbiamo affidato alla natura il nostro desiderio: ci ha ascoltati, regalandoci la prima aurora boreale della nostra vita, solo poche ore più tardi.

Una giovane islandese ci ha consigliato di guardare il cielo verso le 22:00, noi le abbiamo dato ascolto e ci siamo messi in marcia per cercare un posto buio in cui avvistare le Northern Lights.

Con la solita puntualità Aurora ci è apparsa, prima con un fascio di luce lattiginosa, poi con un arco sempre più intenso, per esplodere poco dopo in una danza verde brillante: vederla ballare nel cielo è stata un’emozione fortissima, non pensavamo di riuscire a fotografarla ma in piena tachicardia il miracolo è avvenuto.

aurora boreale islanda

Il primo giorno di Islanda in giro per il Circolo D’Oro ci ha regalato tantissimo, incredibile pensare a quanto la vita possa cambiare in così poche ore.

islanda aurora boreale

Islanda e il Circolo D’oro: il video

2 commenti on This Post

Video e foto stupende. L’articolo come sempre molto ben scritto intrigante al punto giusto da farti scattare la curiosità e la voglia impellente di scoprire tutto il resto. Bravi

Milva
Novembre 28, 2017

Grazie di cuore!

Storytelling&Photography
Dicembre 2, 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy